Ha come suo oggetto molteplici aree di intervento in ambito foniatrico e neuropsicologico. L’età degli utenti spazia dal primo anno di vita alla terza età. La tipologia delle patologie include disturbi linguistici su base organica e non, disturbi cognitivi specifici o aspecifici, disturbi di apprendimento, deficit comunicativi su base sensoriale e conseguenti a traumi cranici, disturbi di memoria, di attenzione conseguenti a quadri neurologici. La complessità dei quadri clinici in particolar modo in età evolutiva fa sì che si renda necessario spesso attivare anche interventi di sostegno psicologico ed orientamento per le famiglie. Sono altresì attivati in modo sistematico colloqui con le scuole e gli insegnanti che rappresentano un punto di riferimento e collaborazione essenziale nella realizzazione di progettualità inerenti i bambini.  L’intervento riabilitativo del settore tiene conto delle principali linee guida nazionali e di alcuni protocolli originali approntati dal settore per alcuni specifici disturbi (disturbo pervasivo di sviluppo, balbuzie, impianto cocleare).

Quadri clinici principalmente trattati

ETA’ ADULTA

Balbuzie ed altre problematiche di disfluenza

Afasie

Disartrie

Esiti di impianto cocleare

Esiti di laringectomia

Disturbi neuropsicologici su base traumatica e vascolare

Deterioramento cognitivo
ETA’ EVOLUTIVA

Ritardi evolutivi

Disturbo linguistico specifico

Disturbo linguistico associato a deficit dell’apprendimento o ad ipoacusia

DSA (Disturbi specifici di apprendimento)

Disfonie funzionali e organiche

Deglutizione atipica

Inibizione dell’apprendimento su base psicoaffettiva

Balbuzie

Sordità

Deficit comunicativi nei disturbi pervasivi di sviluppo

Disturbi di attenzione e apprendimento nei casi di instabilità ed iperattività

 

COLLOQUI DI SOSTEGNO PSICOLOGICO

I colloqui di counseling psicologico sono finalizzati essenzialmente alle famiglie degli utenti che accedono agli interventi riabilitativi sia di tipo neuropsicologico che neuromotorio e psicomotorio. Tali colloqui sono effettuati di prassi sia quali primi colloqui anamnestici di accesso all’iter di valutazione clinica sia come colloqui di orientamento rispetto alle problematiche genitoriali o più in generale quali sostegno alle problematiche relazionali dei familiari care-giver (in età adulta o terza età) in contesti post traumatici. La formazione degli psicologi psicoterapeuti che operano presso il centro è sia di tipo sistemico-relazionale che cognitivo-comportamentale e biosistemico.